Annunci

Giovani talenti – Michele Busa

CAM01827Abbiamo pensato fosse ora di ricominciare ad incontrare  personaggi interessanti e la curiosità come sempre viene stimolata da vari fattori: risultati, personalità, avvenimenti.
Nel caso di questo nuovo incontro, in cui erano determinanti tutti e tre i fattori di scelta, era importante attendere la fine della stagione per contattarli. Prima poteva essere fuori luogo.
Dopo una promettente evoluzione nella categoria esordienti che lo ha portato alla convocazione per Rovereto 2014, si era temuto di averlo perso.
E invece erano problemi di salute quelli che avevano frenato l’attività sportiva e tenuto il protagonista del nostro incontro, precauzionalmente fuori dalle corsie.
Dal diffuso timore invernale, abbiamo prima sentito parlare di gol a raffica nella U15 faentina, poi abbiamo assistito in febbraio al rientro nel Città di Sassuolo che lo ha fatto accedere ad un promettente criteria, ed in seguito affrontare in maniera spavalda gli estivi romani.

Abbiamo quindi  il piacere di proporre e pubblicare l’incontro realizzato a 4 mani con l’abbottonatissimo Giorgio Maccolini tecnico del Centro Sub Nuoto Club 2000 Faenza, al quale abbiamo posto alcune domande per saper qualcosa di più sulle fasi di recupero, e per introdurci Michele Busa, classe 2001, velocista che non disdegna la pallanuoto.

VdC – ciao, era nostra intenzione venire a bussare alla vostra porta già da tempo. Per far conoscere meglio Michele e contemporaneamente conoscere il tecnico che lo sta seguendo. Ti potresti presentare e ci esponi le sue specialità ed il palmares?

Ciao, sono Giorgio Maccolini ed ho il piacere di allenare Michele.
Michele è un giovane nuotatore, quest’anno categoria Ragazzi 2, che al momento predilige stile libero e delfino, ma stiamo spaziando a 360 gradi su ogni stile e distanza (compresa la rana). Sulle prime si sta esprimendo a buoni livelli in ambito nazionale.

VdC – Michele dopo l’imbarazzante silenzio alla fine della stagione 2013-14 in cui si temeva l’abbandono, e non è nostra intenzione indagare e sapere del come e perché, si è ripresentato fortissimo. Dopo aver scoperto le cause del problema, ha mostrato calma nel recupero e tanto talento, un lampo a Sassuolo poi i podi ai criteria ed agli italiani. Tutto calcolato o dote naturale?
G – I calcoli fatti ad inizio stagione sono stati sospesi e rivisti.
Al centro e come obiettivo prioritario in qualsiasi situazione c’è la salute e la serenità di chi scende in acqua tutti i giorni.

VdC – La stagione 2014-15 come la valutiamo? Programmi per l’ imminente stagione
G – La stagione appena conclusa è stata molto positiva, a tratti direi esaltante, una stagione di crescita per Michele sia dal punto di vista tecnico che caratteriale. Per quanto riguarda il 2015-16, i programmi sono sempre i soliti: continuare a crescere e divertirsi.

Da un tecnico riservato e sintetico che non ama molto apparire, passiamo quindi all’atleta, sempre serissimo, con le domande classiche.
VdC – Michele partiamo dall’inizio… cosa ti ha portato in vasca?
Michele – Vengo da una famiglia di nuotatori, i miei genitori nuotavano e mia sorella nuotava, praticamente nuotavo ancora prima di nascere e non potevo che finire in vasca.

VdC – se non avessi nuotato avrei fatto…
M – Non ho mai pensato a cosa avrei fatto se non avessi nuotato, mi piacciono molto tutti gli sport soprattutto quelli acquatici ed infatti gioco anche a pallanuoto. Partecipo volentieri alle competizioni scolastiche ma nessuno sport mi ha mai fatto pensare “se non avessi nuotato mi piacerebbe fare questo”.

VdC – e… cosa credi pensi di te il tuo allenatore?
M – Spero pensi tante cose positive di me e poche negative. Credo pensi che sono una persona determinata e dinamica, che se mi danno o mi pongo un obiettivo do il massimo per raggiungerlo senza pormi dei limiti, anche provando a spaziare in più stili e più gare possibili, tranne rana.

VdC – Conclusa la stagione 2014-15 come la valutiamo? I tuoi programmi per questa
M- E’ stata una stagione bellissima, piena di risultati e di emozioni. Neanche nella migliore delle ipotesi che mi ero fatto ho pensato che potessi fare una stagione così. Il mio programma per questa stagione sarà quello di allenarmi per cercare di confermare la scorsa.

VdC – Cosa consiglieresti a quelli che iniziano il percorso agonistico? e chi rientra da un “infortunio”
M – A chi inizia il percorso agonistico consiglio di non farsi spaventare dal nuovo contesto che a volte può sembrare molto faticoso e che piano piano ci si abitua a tutto, grazie anche alle nuove amicizie che si fanno.
L’allenamento diventerà, seppur sempre faticoso, uno spazio di stacco e di divertimento con gli amici..
A chi rientra da un infortunio, non importa sia di pochi giorni o di mesi, consiglio di pensare sempre positivo e di dirsi “sarò più forte di prima”.

VdC – In tutte le squadre, tra i compagni tutti hanno un socio: Cip e Ciop, Ale e Franz… hai un/una compagno/a di malefatte?
M – Non ho un compagno specifico di melefatte. Tra noi maschi soprattutto, siamo molto legati e ridiamo e scherziamo sempre tutti insieme quindi i miei soci e compagni di malefatte sono tutti i miei compagni. Se devo indicarne uno, che non riguarda solo il nuoto ma in generale, sarebbe sicuramente mia sorella.

VdC – non ti parlo di alimentazione, ma qual è il tuo rapporto con il cibo?
M – Ottimo, mi piace mangiare di tutto e soprattutto cose buone. Sono un pozzo senza fondo. Per fortuna che gran parte della giornata non sono a casa, perché quelle poche ore che ci passo le passo mangiando in continuazione.

VdC – Anche se non sei ancora un tipo da trasferta: con la tecnologia come andiamo?
M – La mia conoscenza tecnologica è limitata ai giochini per il telefono ed ai vari social network.

VdC – la domanda fissa: ma tu un divano non l’hai mai stancato?
M – Quelle poche ore che sono a casa le passo spesso sul divano, ma per ora penso proprio di non averlo ancora stancato.

VdC – dichiara qualcosa che non ha mai rilasciato in altre interviste
M – Non ho mai rilasciato interviste, quindi tutto quello che ho detto è una novità.Michele Busa

VdC – Per concludere, i tuoi desideri
M – I miei desideri non posso dirli, altrimenti non si avverano. Magari ve li svelerò a fine stagione.
Auguro a tutti una bella stagione e vi ringrazio tantissimo per questa bellissima intervista.

Annunci

Tag:, , , , ,

One response to “Giovani talenti – Michele Busa”

  1. Francesco Busa (babbo di Michele) says :

    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: