Annunci

di tanto in tanto nascono

Campioni con la C maiuscola. A volte belli, a volte alti, talvolta con un bel sorriso, a volte senza vista. Sono nostri e li amiamo. Con stima, a volte con invidia, sopratttutto con affetto. Anche se non vedono, anche se non corrono. Perchè sono bravi, perchè sono migliori di noi per qualità, carattere, coraggio, fisicità e tempra.  Si, tempra, il termine che riassume tutto. Perchè la forza scaturisce da dentro e loro ce l’hanno.
ceci e matte
E’ rientrata stanotte da Funchal, dalla splendida Madeira, la spedizione dei 17 azzurri schierati ai Campionati Europei IPC che si sono appena conclusi. Pioggia di medaglie (34?) che anche se elencate noi, per le nostre latitudini almeno, ci limitiamo a seguire per affetto un paio di atlete: Cecilia Camellini Giulia Ghiretti.

Untitled 115Una da Modena, per la precisione da Casinalbo che la scorsa estate (o forse nel 2014) mi diceva che per l’avvicinamento a Rio aveva un piano, l’altra da Parma.

Se per nascita o per disavventura si sono dedicate ad uno sport che richiede costanza, impegno, doti fisiche, psichiche e morali, senza perdere di vista il futuro professionale e scolastico, non è casuale. Si, ringrazieranno il coach, ma sono ragazze di tutt’altra tempra.

DailyReport –  Cecilia 1, 2, 3, 4    Giulia 12

Annunci

Tag:, , , , , , ,

Trackbacks / Pingbacks

  1. Il paradigma del verbo olimpico | VAPORI DI CLORO - 31 agosto 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: